Ordini Telefonici
(+39) 0971 445349

Spedizioni Italia Gratis
ordini oltre 100,00€

Basilicata da scoprire : Dolomiti Lucane e Volo dell’Angelo

//Basilicata da scoprire : Dolomiti Lucane e Volo dell’Angelo

Quando si parla di Dolomiti quasi sempre si tende a pensare al triveneto, scenario di fiabeschi paesaggi di montagna e piste da sci brulicanti di turisti che le affollano per tutta la lunga stagione sciistica .

Anche il territorio modesto – solo per estensione – della Basilicata, però, vanta piccole catene montuose degne omonime delle Pale venete e trentine.

Nel cuore del Parco Naturale di Gallipoli Cognato,  le Piccole Dolomiti Lucane, nate circa 15 milioni di anni fa, a seguito di un incessante processo di sedimentazione di arenaria, dominano la parte centrale della Val Basento.

Lo scenario che si viene a creare – rocce spoglie a cui si abbarbicano i piccoli paesi di Castelmezzano, Pietrapertosa, Albano di Lucania e Campomaggiore – è unico ed estremamente  suggestivo, in particolare nell’ora precedente il crepuscolo, quando tutta la catena montuosa assume una colorazione rosata, tipica solo delle montagne altoatesine.

Per promuovere e diffondere una fruizione completa e innovativa tanto di tale patrimonio ambientale quanto di quello della Basilicata in generale, negli ultimi anni è stato introdotto il Volo dell’angelo, che permette di osservare questo spettacolo della natura da un punto di vista tanto inusuale quanto  emozionante: legati in tutta sicurezza ad un cavo d’acciaio che va da vetta a vetta si sorvola letteralmente la valle, vivendo un’esperienza unica al mondo.

Per maggiori informazioni sul Volo dell’angelo  visita il sito www.volodellangelo.com.

Il territorio dei comuni che costituiscono il cuore pulsante del parco è ricco di scorci panoramici unici; offre la possibilità di perdersi in percorsi naturalistici o in passeggiate tra le abitazioni incastonate nelle rocce, senza tralasciare l’aspetto prettamente enogastronomico, con la degustazione di prodotti tipici locali quali  Pastorale e Migntiell, a base di agnello e capretto, la Rafanata, una sorta di frittata a base di rafano e pecorino, ì  Cauzuncill, dolci fritti ripieni con crema di cioccolato e castagne o ceci, il  Pasticcio, torta rustica salata tipica del periodo pasquale con toma, salame e uova sode e  la Cuccia, zuppa di legumi , frumento e mais.

Quest’ area della Basilicata, che corrisponde grosso modo al centro geografico della regione, ha una importante tradizione nell’ambito di salumi, formaggi, e preparazione di prodotti in olio: funghi, zucchine, carciofi, melanzane, pomodori.

Nata negli anni della povertà per un chiaro tornaconto economico, la conservazione in olio, consentiva di avere prodotti disponibili tutto l’anno senza doverli acquistare nelle stagioni in cui costavano di più.

L’olio, seppur costoso e perciò utilizzato con parsimonia, aveva la duplice funzione: da una parte condimento e dall’altra isolante degli alimenti, con conseguente inibizione della proliferazione di batteri aerobi  e conservazione dei cibi per periodi piuttosto lunghi.

Non è quindi inusuale degustare, nei piccoli agriturismi della zona in cui si pratica il Volo dell’Angelo, dei ricchi taglieri con le prelibatezze offerte dal territorio.

Con la stessa passione degli agricoltori e allevatori della zona, Mastrodonato seleziona i prodotti utilizzati nel confezionamento delle mousse e dei prodotti sott’olio disponibili nel nostro punto vendita e online.

Le zucchine, i carciofi, i pomodori e i funghi cardoncelli vengono scelti nelle aziende agricole della zona per poi essere trasformati negli alimenti sempre presenti sulle nostre tavole e che costituiscono parte della tradizione enogastronomia lucana.

By |2016-07-09T07:20:15+00:0013/11/2015|Scoprire la Basilicata|0 Comments

About the Author:

Leave A Comment