Ordini Telefonici
(+39) 0971 445349

Spedizioni Italia Gratis
ordini oltre 100,00€

IL MIELE: DOLCIFICANTE, ANTIBATTERICO E RIMEDIO 100% NATURALE

//IL MIELE: DOLCIFICANTE, ANTIBATTERICO E RIMEDIO 100% NATURALE

Il miele, contraddistinto da un alto contenuto di fruttosio e quindi dotato di un elevato potere dolcificante, vanta  notevoli proprietà emollienti e antibatteriche che ne fanno un prezioso rimedio contro influenza, mal di gola, tosse e raffreddore.

Le tipologie di miele – molte e tutte differenti per sapore, colore e proprietà organolettiche – possono suddividersi in due categorie principali: monofloreale, ottenuto da un unico fiore (es. solo arancio) e millefiori, ottenuto da diversi fiori bottinati dalle api nel corso della stagione.

Bisogna precisare che l’unico modo di ottenere un miele monofloreale è sistemare arnie in campi o frutteti coltivati esclusivamente con uno specifico fiore; diversamente si otterrà un miele risultato del nettare di tutti i fiori che le api, avranno trovato e visitato lungo il loro volo.

Riportiamo alcune caratteristiche e proprietà delle tipologie di miele più comuni e facilmente reperibili in commercio:

miele millefiori Sapore:molto delicato, senza retrogusti particolari.
Proprietà: azione disintossicante del fegato.
miele di arancio Sapore:aromatico e leggermente acido.
Proprietà: cicatrizzante per le ulcere, antispasmodico, sedativo.
Contro l’insonnia e l’eccitazione nervosa.
miele di castagno Sapore:tendente all’amaro.
Proprietà: favorisce la circolazione sanguigna, antispasmodico, astringente, disinfettante delle vie urinarie.
Consigliato per anziani e bambini.
miele di erica Sapore:forte, ricorda l’anice.
Proprietà: azione antireumatica, ricostituente.
miele di eucalipto Sapore:piacevole e caramellato.
Proprietà: azione antibiotica, antiasmatico. Utile per la tosse.
 miele di ginepro  Sapore:aromatico tipico delle essenze montane.
Proprietà: particolarmente indicato nelle affezioni respiratorie.
miele di tarassaco Sapore: marcato, persistente, caratteristico, astringente.
Proprietà: diuretico, depurativo, azione benefica sui reni.
miele di tiglio Sapore:mentolo, balsamico, molto persistente.
Proprietà: sedativo, diuretico, digestivo.
Contro l’insonnia e l’irritabilità.
miele di timo Sapore:intenso e persistente, miele aromatico.
Proprietà: antisettico, calmante, può essere utile in caso di febbre.
miele di trifoglio Sapore:intenso,persistente, aromatico.

Proprietà: antisettico, calmante.

Un cenno merita la cristallizzazione, un processo totalmente naturale che interessa il miele e anzi testimonia l’alta qualità del prodotto che, a seconda della presenza di acqua e glucosio ed in base alla concentrazione degli zuccheri all’interno,  ha una naturale tendenza a solidificarsi in cristalli di più o meno grandi.

Solo alcuni tipi, come l’acacia e pochissimi altri, tendono a mantenersi liquidi a lungo; altri vengono sottoposti a trattamenti termici che, al fine di impedirne la cristallizzazione – per una questione estetica e per incoraggiarne l’acquisto – lo privano delle caratteristiche nutrizionali principali.

Grazie alle sue caratteristiche chimico-fisiche  che creano un ambiente ostile allo sviluppo dei batteri, il miele si conserva molto a lungo. Ad accelerarne l’invecchiamento sono le elevate temperature e la luce diretta. Sebbene non diventi in nessun caso nocivo, è consigliabile comunque consumarlo entro due anni dalla produzione.

Alcune curiosità sul miele e sul complesso microcosmo delle api:

  • in una famiglia d’api, ogni stagione, vivono 50/60.000 api;
  • l’ape operaia, durante la stagione produttiva, vive circa 50 giorni;
  • l’ape regina vive fino a cinque anni;
  • in un giorno l’ape regina depone fino a 2000 uova;
  • per deporre fino a 2000 uova al giorno, l’ape regina consuma pappa reale fino  a 80 volte il suo peso;
  • la velocità media di un’ape è di 24 chilometri orari e può arrivare fino a 29;
  • una singola ape, per produrre 1 Kg. di miele, vola per circa 150.000 Km, quasi quattro volte il giro della terra;
  • per produrre un chilo di miele sono necessari quasi 60.000 voli d’andata e ritorno dall’arnia ai fiori;
  • ogni alveare “bottina”, cioè raccoglie il nettare, per un raggio di tre Km, quasi 3.000 ettari, il corrispondente di 4000 campi di calcio;
  • in un giorno le api di un alveare possono visitare fino a 225.000 fiori;
  •  le  api sono un ottimo criterio di misura del livello di inquinamento ambientale in quanto estremamente sensibili, sono incapaci di sopravvivere in ambienti poco salubri o inquinati.

Da MASTRODONATO abbiamo scelto di dare spazio all’esperienza nel biologico della pluripremiata Azienda Vaccaro, che da anni produce miele monofloreale (con nomadismo) e millefiori, e dell’Azienda Palladino di Brienza, entrambe simboli della qualità made in Basilicata.

By |2017-02-20T13:06:00+00:0008/09/2016|MastroDonato|0 Comments

About the Author:

Leave A Comment