La pasta artigianale costituisce uno degli alimenti base della tradizione gastronomica lucana.

Vuoi scoprire tutti i segreti di questo prezioso alimento? Sei curioso di sapere come prepararla al meglio rispettando la tradizione?

Allora continua a leggere questo articolo.

Pasta artigianale: ecco l’ alimento base della cucina lucana

Nonostante il territorio della Basilicata non sia particolarmente esteso, esistono significative differenze nella tradizione enogastronomica della regione.

Dai piatti domenicali ai dolci natalizi,è possibile trovare differenti versioni di cibi che portano lo stesso nome, ma vengono preparati in maniera diversa.

Unico filo conduttore è la pasta: seppur in vari formati, rappresenta l’immancabile ospite di tutte le tavole lucane, tanto nei giorni normali quanto in quelli di festa.

La vera pasta artigianale lucana viene preparata a mano, con farina di grano duro e acqua, e viene lasciata ad essiccare per un paio d’ore.

In alcuni impasti aggiungono anche l’uovo.

Ma non è tutto.

Esistono diversi formati utilizzati nella preparazione di pietanze locali.

Nella provincia di Potenza troviamo i cavatelli ( simili a gnocchi, solo nella forma), i fusilli fatti con un ferretto lungo e sottile, le orecchiette, gli strascinati e le lagane, ovvero tagliatelle più larghe.

Nel materano, invece, utilizzano più che altro le orecchiette e i cavatelli.

La pasta lucana e le ricette della tradizione

Naturalmente ciascun tipo di pasta viene accompagnato da uno specifico condimento.

Cavatelli, fusilli e strascianti di solito affiancano sugo di pomodoro cotto con carne di maiale o vitello o salsiccia, e formaggio pecorino.

Di quest’ultimo la Basilicata vanta un’ eccellente produzione: quella di Moliterno.

Le lagane sono invece spesso preparate con legumi quali ceci o fagioli.

In particolare quelli di Sarconi, rendono al meglio la bontà e la genuinità del piatto.

I fagioli di Sarconi rappresentano infatti un altro prodotto tipico della Basilicata.

Con una polpa particolarmente tenera che li rende più digeribile rispetto ad altri, rappresentano un alimento di fondamentale importanza sin dai tempi più antichi.

Con le orecchiette, infine, troviamo il già citato sugo di pomodoro o con le cime di rapa, cicoria e altre tipologie di verdure campestri.

Pasta con sugo di pezzente: ecco una ricetta della tradizione

Vuoi scoprire come preparare al meglio un piatto tipico della Basilicata?

Bene, ecco una ricetta storica, preparata soprattutto durante Carnevale ed in particolare nei giorni di martedì e giovedì grasso.

Si tratta dei Fusilli con sugo di pezzente.

Se ti stai chiedendo che cos’ è il pezzente, continua a scorrere l’articolo e scoprirai tutto su questo salume tipicamente lucano!

pasta e salumi di basilicata

Il pezzente è un salume insaccato fatto con tagli di carne di maiale meno pregiati rispetto a quelli utilizzati per il salame tradizionale. Proprio dalle carni deriva il nome, che si riferisce ad un salame per poveri.

Ma c’è di più.

Nel pezzente viene aggiunto anche l’aglio, che invece manca nella salsiccia tradizionale.

Ora che abbiamo spiegato cosa è il pezzente, possiamo procedere con la ricetta.

Ingredienti per 4 persone:

  • 350 gr fusilli artigianali
  • 200 gr circa di pezzente
  • 1 litro di passata di pomodoro
  • 1 spicchio d’aglio
  • pecorino grattugiato
  • ½ bicchiere di vino rosso o bianco
  • Olio extravergine di Oliva
  • Sale

Come procedere:

Mettere in una pentola un abbondante filo di olio extravergine di oliva uno spicchio d’aglio scamiciato intero e il pezzente tagliato a tocchetti.

Far soffriggere il tutto per circa 3-4 minuti, poi sfumare con il vino.

Lasciare evaporare il vino, aggiungere la passata di pomodoro e regolare di sale.

Coprire con un coperchio e lasciare cuocere molto lentamente per circa 2 ore.

Quando il sugo è pronto, iniziare a preparare la pasta.

Portare a bollore un’abbondante pentola d’acqua e salare. Aggiungere i fusilli avendo cura di scolarli al dente.

Condire i fusilli con metà del sugo, mescolandoli nella stessa pentola a fuoco basso e servire. Su ogni porzione aggiungete una mestolata di sugo di pezzente e pecorino grattugiato in base al proprio gusto.

 

Per saperne di più su pasta artigianale, prodotti tipi della tradizione lucana e gustose ricette continua a seguire www.enotecamastrodonato.it.