Ordini Telefonici
(+39) 0971 445349

Spedizioni Italia Gratis
ordini oltre 100,00€

La pasta casereccia lucana

/, Ricette/La pasta casereccia lucana

La pasta casereccia costituisce uno degli alimenti base della tradizione gastronomica lucana.

Nonostante il territorio della Basilicata non sia particolarmente esteso, esistono significative differenze nella tradizione enogastronomica della regione.

Dai piatti domenicali ai dolci natalizi, si trovano differenti versioni di cibi che portano lo stesso nome, ma vengono preparati in maniera diversa.

Unico filo conduttore è la pasta: seppur in vari formati, rappresenta l’immancabile ospite di tutte le tavole lucane, tanto nei giorni normali quanto in quelli di festa.

La vera pasta lucana preparata a mano, con farina di grano duro e acqua e viene lasciata ad essiccare per un paio d’ore; solo in alcuni viene aggiunto all’impasto anche l’uovo.

Tipici della zona del potentino sono i cavatelli ( simili a gnocchi, solo nella forma), i fusilli fatti con un ferretto lungo e sottile, le orecchiette, gli strascinati e le lagane, nient’altro che tagliatelle più larghe.

Nel materano, invece, i formati più utilizzati sono le orecchiette e i cavatelli.

Naturalmente ciascun tipo di pasta si accompagna ad un condimento.

Cavatelli, fusilli e strascianti vengono conditi con sugo di pomodoro cotto con carne di maiale o vitello o salsiccia, e formaggio pecorino, di cui la Basilicata vanta un’ eccellente produzione: quella di Moliterno.

Le lagane vengono molto spesso preparate con legumi quali ceci o fagioli; quelli di Sarconi, altro prodotto IGT di Basilicata, con una polpa particolarmente tenera che li rende più digeribile rispetto ad altri, rendono al meglio la bontà e la genuinità del piatto.

Le orecchiette, infine, possono essere condite con il già citato sugo di pomodoro o con le cime di rapa, cicoria e altre tipologie di verdure campestri.

Per le varie tipologie di pasta tipo “casereccio” visita il nostro shop

http://www.enotecamastrodonato.it/?product=pasta-lucana

 

By |2018-05-24T09:29:10+00:0028/08/2015|News, Ricette|0 Comments

About the Author:

Leave A Comment